venerdì 25 aprile 2014

Tavolozza




Luci spente. Qui. Tre finestre sul cielo di sera. Lievi annunci di pioggia il suono che mi giunge. La campana suona, rintocca. Si fa buio. Dov'è la ragazzetta mondana che scalpitava per non stare a casa. 
C'è spazio qui. Anima vagabonda mia. Spazio per stare restare un po', pezzetto di mondo.
Il soffitto bianco senza lampade e strano silenzio. Fuori.

Che buio. Intravedo rami dalla finestra. Fuori. Il sole già lieve non c'è piú.
Primi lampioni qualche stella.
Ma io sono qui e tutto è fermo in questo istante.
Mentre fuori il mondo va avanti.

Il mondo va avanti, la gente cosa fa. La gente piange e ride e si ama e si odia e si abbraccia e si ammazza.
Questa sera fuori.
Questa sera ora.

Questa sera senza di me.



Nessun commento:

Posta un commento